Open call Masterclass 1° semestre 2021

Visiting professorRuben MontiniSara Enrico, Flavio Favelli

Open call per la Masterclass collegata all'edizione online di PUBBLICA - Incontri d'arte contemporanea per la comunità.

Monte orario complessivo: 30h (esclusivamente online).

Durata: Marzo - Maggio 2021 


Per partecipare scaricare il form https://docs.google.com/document/d/1qQTdchgpYJ6dGqYdN7wLYYgnDJ_gePtNkb4uWXnpdW8/edit?usp=sharing, compilare e inviare entro il 28 febbraio 2021 a scuolacivicaartecontemporanea@gmail.com.

________________________________________________________________

Attività

Formazione

Masterclass della Scuola Civica di Arte Contemporanea, diretta dal collettivo Giuseppefraugallery

Formazione sui codici e i linguaggi specifici dell’arte contemporanea e sugli artisti invitati.


Laboratorio progettazione

Attivazione di una piattaforma web. 

Progettazione e comunicazione, grafica e multimediale.

Redazione.


Laboratorio realizzazione

Progetti grafici e comunicazione.

Palinsesto.

Messa in opera di PUBBLICA - Incontri d'arte contemporanea per la comunità - Edizione online

__________________________________________________________________________

Ruben Montini

(Oristano 1986) vive e lavora a Verona. Dopo essersi laureato in Arti Visive all’Accademia di Belle Arti di Venezia e aver vinto una borsa di studio alla Manchester Metropolitan University, nel 2010 ottiene un MA in Fine Arts presso il Central Saint Martins College of Art & Design di Londra. Nella sua ricerca artistica sviluppa un linguaggio visivo che è allo stesso tempo radicale, romantico e nostalgico, con uno sguardo sempre rivolto alla storia della performance, in particolare alle performance realizzate negli anni '60 e ’70 da artiste femministe provenienti dall’Europa centrale. La sua pratica affronta le urgenze relative alle comunità che stanno cambiando la geografia sociale europea, analizzando cosa significa essere un cittadino contemporaneo, un migrante entro i confini dell’Unione Europea ed essere parte della comunità LGBT.


Sara Enrico

(Biella 1979) vive e lavora a Torino. Dopo gli studi in decorazione e restauro prosegue la sua formazione nel Corso superiore di Arti visive della Fondazione Ratti di Como. Vincitrice del Premio New York 2017-2018 promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali a supporto della migliore produzione artistica italiana contemporanea, con una residenza presso la Columbia University. È stata co-fondatrice di Laboratorio del Dubbio e membro di Progetto Diogene. È docente di pittura all’Accademia di Belle Arti “G. Carrara” di Bergamo.


Flavio Favelli

(Firenze 1967) vive e e lavora a Savigno (Bologna). Dopo la Laurea in Storia Orientale all'Università di Bologna, prende parte al Link Project (1995-2001). Ha esposto in spazi pubblici e privati in Italia e all’estero, come i musei: MACRO e MAXXI di Roma, MAMbo di Bologna Maison Rouge, Fondation Antoine de Galbert di Parigi, Projectspace 176, Londra. Principali mostre collettive alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia, alla GAMEC di Bergamo, al Castello di Rivoli e alla GAM di Torino, all'11° Biennale dell'Havana, al festival No Soul For Sale della Tate Modern di Londra, alla Fondazione Pomodoro a Milano, al Museo MADRE e al PAN di Napoli, al MOCA di Shanghai, a Villa delle Rose GAM di Bologna, al Musèe d'Art Moderne di Saint- Etienne, al Museion di Bolzano e all'Elgiz Museum di Istanbul. Ha partecipato alla XIII Biennale di Scultura a Carrara e alla XV Quadriennale di Roma al Palazzo delle Esposizioni nonché alla mostra Italics a Palazzo Grassi,Venezia, poi itinerante all'MCA di Chicago. Ha partecipato a due Biennali di Venezia: la 50° ("Clandestini", a cura di F. Bonami) e la 55° ("Vice versa", Padiglione Italia a cura di B. Pietromarchi).